Pubblicato da: max | luglio 25, 2017

Assonanze

Eccoti qui a riempire la giornata
di cose e di rammendi
da fare tra ferita e ferita
aspettando che finisca l’attesa
che arrivi la sorpresa d’un avviso
l’offerta d’una mano per carezzarti il viso
la voce d’un umano.
E la sera trascorre
per giungere alla sfera
del silenzio
nel tempio.

Lucio Mariani

In sottofondo: “Perfect moment” – Peter White

Pubblicato da: max | luglio 23, 2017

Amo colui che non sa

Amo colui che non sa
dove condurre i suoi passi;
destino, non fare
che un vento lo porti ov’io non sono,
ti supplico –
Attribuisci fortuna e sfortuna
a questo dormiente in egual misura,
così che finisca sul cuore
della sua amica.

Catherine Pozzi – Traduzione di Claudia Ciardi

In sottofondo: “Lento/veloce” – Tiziano Ferro

Pubblicato da: max | luglio 22, 2017

La bellezza creata dalla pena

Perché negli occhi giovani ci son fiumi di lacrime?
Perché nei cuori giovani tempeste di sospiri
quando amori più o meno veri muoiono,
pene e timori immaginari incombono?

Si chiede ciò chi ha visto soltanto primavere –
l’aspra voce del tempo agli altri ha già risposto!
Con gli anni aumenta l’infelicità,
che genera egoismo ed avvizzisce

la giovanile tenerezza – in guerra
nell’aspra morsa della Morte gli occhi
del soldato son ciechi all’altrui pena.

E così il disperato al male umano.
Lo spirito ferito trae dal male conforto.
È un cuore torturato che genera il tiranno.

Patrick Branwell Brontë – Traduzione di Silvio Raffo

In sottofondo: “The look” – Chris Botti

Pubblicato da: max | luglio 19, 2017

Trenta miserie d’Italia – X

L’intervista a puntate è
la miseria d’Italia numero dieci
una scia di sangue lunga vent’anni
la mafia è
agile feroce dalla memoria d’elefante
un nemico in attesa di colpire
non è il corvo la talpa non è il falcone
che s’alza alto per guardare a lungo e punire.
Essa delinque senza soste
mentre noi litighiamo
perdendo l’occasione storica
di mettere in piedi una struttura vera.
Senza coordinamento la guerra
si può considerare perduta.
Lui non ha smarrito l’amara ironia la cadenza
ma ha messo da parte il linguaggio burocratico
i grandi silenzi che
hanno scandito
la sua attività come perno del pool.
La mafia non è il frutto malato di una società sana
è una realtà con leggi severe
dotata di una struttura di vertice
piramide di mattoni compatti infiniti
si fonda sull’assenza dello Stato
è come una chiesa
ha un ordinamento simile all’ordine ecclesiale
come la chiesa sa rinnovarsi
il capo della cupola è
soprannominato il papa.
La camorra polverizzata in decine di clan
non si oppone ma vive
dei buchi neri del Palazzo ………….

Roberto Roversi

In sottofondo: “Alzando gli occhi al cielo” – Luca Carboni

Pubblicato da: max | giugno 19, 2017

L’amicizia non è meno misteriosa dell’amore

L’amicizia non è meno misteriosa dell’amore o di qualsiasi altro aspetto di questa confusione che è la vita.
A volte ho pensato che l’unica cosa senza misteri sia la felicità, perché si giustifica da sola.

Jorge Louis Borges

In sottofondo: “Io ci sarò” – 883

Pubblicato da: max | giugno 18, 2017

Fondo

Ci sono pieghe nella memoria. Lì in quelle grinze ci sono moltitudini, piccoli avvenimenti.
Hanno testura, hanno le creste delle impronte, le strade apparse nelle mani.
Le loro grinze sono lì in un sogno. Si aggruppano sotto lo stesso tetto. Serene,
le sue genti applaudono la vicinanza, le piace essere il sedimento della voce e degli occhi.
Ricordare lascia un piccolo segno.
Povero chi non si taglia con nulla quando chiude i suoi occhi.

Luis Ángel Barreto

In sottofondo: “Now ‘Til Forever” – Kirk Whalum

Pubblicato da: max | giugno 17, 2017

Momenti

Momenti.
La nostra vita è una serie di momenti.
Ogniuno di questi è un viaggio fino alla fine.
Lasciamoli andare.
Lasciamoli andare tutti.

dal film “Now is good” di Ol Parker

In sottofondo: “End of the line” – Randy Crawford & Joe Sample

Pubblicato da: max | giugno 16, 2017

Adesso che il tempo

Adesso che il tempo sembra tutto mio
e nessuno mi chiama per il pranzo e per la cena,
adesso che posso rimanere a guardare
come si scioglie una nuvola e come si scolora,
come cammina un gatto per il tetto
nel lusso immenso di una esplorazione, adesso

che ogni giorno mi aspetta
la sconfinata lunghezza di una notte
dove non c’è richiamo e non c’è più ragione
di spogliarsi in fretta per riposare dentro
l’accecante dolcezza di un corpo che mi aspetta,

adesso che il mattino non ha mai principio
e silenzioso mi lascia ai miei progetti
a tutte le cadenze della voce, adesso

vorrei improvvisamente la prigione.

Patrizia Cavalli

In sottofondo: “One moment in time” – Whitney Houston

Pubblicato da: max | giugno 15, 2017

Fuoco

Bruciasse almeno la mia vita
Accesa da faville di passione
O da un rossore appena …

In silenzio senza brividi di fuoco
Lenta mi consumo e ancora viva.

Gabriella Sica

In sottofondo: “Fire Meet Gasoline” – Sia

Pubblicato da: max | giugno 14, 2017

Sono un sacco d’ossa

Sono un sacco d’ossa
rotte
che cammina
con una nuvola bianca
sulla testa e
piovo in silenzio
tutte le lacrime
del mondo

Cynthia Langier

In sottofondo: “Stella di mare” – Lucio Dalla

Older Posts »

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: