Pubblicato da: max | ottobre 16, 2017

Digerisco solo meraviglie

– Vorrei avere te, per cena.
– E’ una minaccia?
– No. É che da un po’ ci pensavo.
– Pensavi a me sulla tua tavola?
– Diciamo che m’increspi il desiderio.
– Dillo meglio.
– Quando ti penso mi salgon le Madonne. E dalla voglia di vederti a quella di mangiarti. A quel punto. È un attimo.
– Capisico. Ma per essere un invito irrinunciabile, converrai, dev’esserci qualcosa di poetico.
– Fammi essere il Baudelaire delle tue tenebre.
– Di più.
– Il Bukowski dei tuoi orgasmi.
– Ancora.
– Il Dostoevskij delle tue notti bianche.
– Tutte?
– Tutte.
– Dormo poco. Sono molte.
– Lo sarò a tempo pieno.
– Sono indigesta.
– Ho uno stomaco sensibile.
– Del tipo?
– Digerisco solo meraviglie.

Andrew Faber da “d’Amore. di Rabbia. di Te” – Miraggi ed.

In sottofondo: “Hypnotised” – Coldplay

Annunci

Responses

  1. Tutto molto bello 🙂

    • Grazie … buona giornata


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: