Pubblicato da: max | giugno 10, 2017

Fragili poesie

Oh, fragili poesie
fiori d’amore nella notte

Rabbrividire di chitarre
sul Guadalquivir

Voci echeggiate
su terrazze piene di sole

Statue bianche all’imbocco dei ponti
e bianche le braccia delle strade

Balzo di cavalli bradi
che incidono la terra scalpitando

Treni di notte dalle sirene maledette
nascoste nel libro del tempo

Sere autunnali sulla Third Avenue
la luce ocra che ora si spegne

Manichini nudi
sulle scale antincendio di casamenti popolari

Neonati gettati
in bagni di lacrime

Risate come cristallo in frantumi
coppe di champagne lanciate dentro i caminetti

Alba e gli amanti spossati
ancora da saziare

Tutte, tutte le poesie del sogno umano
ancora da liberare

Lawrence Ferlinghetti

In sottofondo: “El caminero” – Pablo Martin Quintet

Annunci

Responses

  1. Questa foto “in salita” è decisamente simpatica.
    BUON GIORNO.
    Quarc

    • Uno scorcio davvero carino sia nell’architettura che per l’aspetto floreale. Buona serata
      Max

      • Appunto.
        Buona notte.
        Quarc


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: