Pubblicato da: max | giugno 5, 2017

Scena inadeguata

Mi comporto come un orologio che continua
cocciutamente a scandire il tempo
nonostante la casa
da molti anni ormai sia stata abbandonata da tutti
Ma cosa dirò se
un giorno compariranno alla mia porta
contemporaneamente
tutti i mendicanti accanto ai quali
ero passata senza compassione
O ancora peggio
Mi comporto come un albero dal quale
ormai da molto è stata fatta la cornice di una finestra
ma esso inconsapevole del nuovo ruolo
continua a secernere la stessa resina
che ogni volta si pietrifica nuovamente
nel fondo della fessura
Ma cosa risponderò se
un giorno mi comparirai alla porta
domandandomi
in cosa ho sciupato la gioia
che mi portavi.

Jozefina Dautbegović – traduzione Ginevra Pugliese

In sottofondo: “The Pleasure and the Pain” – Lenny Kravitz

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: