Pubblicato da: @riel | maggio 4, 2017

Domani

Il fumo della sigaretta aleggia
nel salotto.
Le luci della nave
laggiù s’affievoliscono.
Le stelle,
buchi bruciati nel cielo, s’inceneriscono, sì.
Ma va bene, è quello che devono fare.
Quelle luci che chiamiamo stelle.
Bruciare per un po’ e poi morire.
Io ho un fretta del diavolo.
Vorrei
fosse già domani.
Ricordo che mia madre, Dio la benedica,
diceva: Non desiderare il domani.
Così sprechi la vita in desideri.

Eppure lo desidero tanto
questo domani. Con tutti i suoi fronzoli.

Voglio che il sonno venga e se ne vada, tranquillo.
Come passare dalla portiera di una macchina
a un’altra.
E poi svegliarmi!
E trovarmi domani nella stanza.

Ora sono più stanco di quanto riesca a dire.
La mia scodella è vuota. Ma è la mia, capite?

E io l’adoro.

Raymond Carver

In sottofondo: “Take me away” – Oli Silk

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: