Pubblicato da: max | agosto 16, 2016

Mi manca

mimanca

E’ un travaglio modulare
questa ricerca in te di me:
a scarnitura mi cerco
l’osso del cuore
un sasso che fermi
lo spaginarsi.
E qualcosa mi manca
e ho fame, sete, freddo,
ho la febbre alta,
ho chiodi di ruggine
in tutti gli anfratti del corpo,
e il respiro è questa
vivida sonorità del dolore
mentre ti porgo la giacca
o se parlo al telefono
e quando mi scorre
l’acqua della doccia
e mi sfrego la carne
perché qualcosa esca
forse ho i pori ostruiti
e la pelle non mi lascia
respirare
forse se asciugo bene
i capelli
e quando avrò pulito
le piastrelle del bagno
quando avrò riordinato
i cassetti
vuotato la pattumiera
lavato le camicie
allora forse un giorno
m’accadrà di guardarti
dentro al mio specchio
e mi sentirò
respirare.

Elvira Manco

In sottofondo: “Mi manchi” – Fausto Leali

Annunci

Responses

  1. Stupenda… grazie

    • Un bel “travaglio modulare” questa poesia


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: