Pubblicato da: max | gennaio 12, 2016

Verso un’autobiografia

autobiografia

Oggi sono presa dal desiderio di pulirmi strofinandomi a fondo, di staccare il passato dal gancio come fosse un capo d’abbigliamento che potessi disinvoltamente, incurantemente far cadere per terra. Tali pensieri, lo so, sono quelli che compongono i desideri, i sogni ad occhi aperti di primo mattino, le depressioni e le sconfitte. Tuttavia, quando sfiorano la mia vita con la loro maliziosa faccia stupida, la loro depravata dolcezza, mi viene voglia solamente di fuggire. Immagino che sto saltando giù dal letto e che mi sto precipitando verso la drogheria come un maniaco, per comprare dentifricio e detersivo. O che sto rasando le mie gambe lisce come un osso, indossando un fresco vestito primaverile, decidendo il senso ultimo della mia vita. Se solo il passato mi liberasse e mi lasciasse in pace, giuro che sarei felice, serena. Mentre penso a questo, il picchio fuori della finestra inizia il suo schiamazzo chirurgico, un ragno si arrampica lentamente sul muro liscio del bagno, ed io so che non c’è via d’uscita, perché la natura della conoscenza è legata a quella della vita.

Patricia Foster

In sottofondo: “Peter Gunn” – Henry Mancini

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: