Pubblicato da: max | dicembre 26, 2015

Albore

albore

Ho tutta l’anima incrinata di brividi di stelle.
Trillano ancora dei grilli lungo i lembi verderame dei fossati polverosi, e dai pantani melmosi scoppiano cori lontani di rane arrochite.
Il silenzio intorno a quel pino bagnato d’ombra, che ogni sera al vespro china mesto il capo, dopo aver sorriso a l’ultima vampata di sole, mi succhia l’anima ai ricordi.
Sento ancora il volitare vellutato dei lapilli d’un mucchio morbido di sogni, incenerito una sera lontana sotto l’archetto di platino dorato de la luna.
I freschissimi ciclamini di luce de l’alba non hanno ancora del tutto distrutto il mosaico de la notte: qualche pietruzza lucente, paurosa, tremola ne l’ignoto…

Salvatore Quasimodo

In sottofondo: “Saturday Cool” – Brian Simpson


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: