Pubblicato da: max | dicembre 23, 2015

Per una come voi

Ragazze che un giorno sognerete commosse questi versi
e sognerete un poeta:
sappiate che io li scrissi per una come voi
e che fu invano.

Ernesto Cardenal

In sottofondo: “She is Michelle”- Gato Barbieri

Annunci

Responses

  1. Eh purtroppo non tutti colgono la sensibilità e il pensiero di scrivere per qualcuno. Tristessssa

    • A te non manca questa sensibilità …. che poi a “CHI”, reale o immaginario che sia, sono destinate quelle parole le legga è un’altro discorso… io dire che l’importnate che non siano state scritte invano. Anche nel senso dell’appagamento di chi le scrive.

      • Grazie e concordo con quello che dici. Perché se non ti senti appagato e soddisfatto da quello che produci meglio lasciare le parole dentro di sé.

    • vedi io non ne sono capace…. per me è appagante invece scovarle….. entrare quasi dentro l’anima di chi le scrive.. per farle mie

      • Nella mia ultima risposta c’è una sovrabbondanza di “più e meno” 😂

    • “Ad abundantiam” …. come dettava Totò a Peppino per rimarcare i concetti ….. abbiamo un range abbastanza ampio per spaziare? un all’incirca che è sempre meglio di un soltanto o “solo” …

  2. Ma anche la ricerca è appunto un tirare fuori dei pensieri in cui più o meno ci riconosciamo e che facciamo nostri. È più o meno come scrivere solo per mano altrui.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: