Pubblicato da: max | dicembre 19, 2015

Denuncia

denuncia

Sognerò, sul tuo seno calmo,
Il sogno invisibile del cieco dalla nascita.
Dormirò, sulle tue palpebre chiuse,
Come un pesce guizza tra i rami d’albero
Riflessi nell’acqua.
Dormirò, sulle tue mani posate sul mio corpo,
Il desiderio di accarezzarti senza pericolo
– non ti toglie le squame, farfalla imprigionata.
Dormirò, sul tuo sesso, la solitudine del mio
Che esiste affinché io pensi a te.
Dormirò, sulla tua vita, la caparbietà umana
Di un senso universale delle cose con noi.
E se, dopo, amore mio, saremo sterili,
Se l’indugio del tempo avrà avuto un gesto abbandonato,
E la morte, intorno a noi, un mugnaio senza grano,
Il mondo che verrà ci invidierà
E il nostro spirito dovrà perdonarci.

Jorge de Sena

In sottofondo: “Day What a Day” – Fabio Nobile

Annunci

Responses

  1. Wow!!!!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: