Pubblicato da: max | agosto 16, 2015

Dammi una menzogna enorme

dammiunamenzogna

Dammi una menzogna enorme che faccia tremare i polsi dell’età

col suo passo solenne e significativo,

che scacci da me gli uccelli neri e i vermi

che raccolgo senza propormelo sulla darsena della paura

e faccia di tutto per farmi credere che l’uomo possa uscire da se stesso,

essere tutt’uno con la donna e amarla senza distruggersi.

Qualcosa che duri un momento e venga dalle tue labbra,

perché mi nasconda e gli altezzosi e gli sciocchi non mi vedano.

Dietro quei fragili scenari vivrà felice e piccolo,

lontano dal tedio e dagli occhi che scrutano nella notte.

Senza paura del silenzio e delle belve,

non appena la menzogna fosse pronunciata,

come per un incanto fugace correrebbero i talloni della sventura

e né essa, né la miseria, pescherebbero più niente nei miei sensi intorpiditi

L’angoscia dell’uomo arderebbe come strega-fenice

e questi occhi e queste povere mani che pregano senza arrivare

alla coda di Dio nelle altezze, scaglierebbero a terra,

distrutto, il vecchio cuore dell’amarezza,

contenti nella loro nuova maschera.

Dammi una menzogna enorme

che faccia girare al contrario il tempo negli orologi

e cullami in essa,

fino a che sulle mie labbra appaia

il gelido sorriso dell’idiota.

Luis Benítez

In sottofondo: “I never thought I’d see the day” – Sade

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: