Pubblicato da: max | febbraio 23, 2014

Ti muovi preoccupato nello sguardo delle cose

queltramonto

Ti muovi preoccupato nello sguardo delle cose
come un ladro senza sacco
cerchi in un appartamento abbandonato
l’ultima emozione.

Si sono spente le finestre
ad est, la mattina.

Le mie le tengo aperte ad ovest, la sera
per guardare la dolcezza infinita
d’un tramonto.

Quel tramonto in cui cammini inciampando sulle lacrime
con i miei silenzi
in mano

Beatrice Niccolai

In sottofondo: “Tramonto occidentale” – Franco Battiato


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: