Pubblicato da: max | maggio 21, 2013

Dal mare mi entri ora

escidalmare

Esci dal mare, dal mare mi entri ora.
Le mie labbra sognano già coi tuoi sapori.
Berrò le tue alghe, i liquori
della tua più nascosta, ardente flora.
Nulla può con me la lenta aurora,
perché mi troverà aggrappato alle tue colline,
scivolando per dolci sentieri
in questo abisso senza fine che mi divora.
Dal mare sei già qui, fiore sbattuto,
stella trascinata, discesa,
spuma seminale delle mie veglie.
Vòltati, stìrati, sdràiati, àlzati,
entra tutta nel mio respiro,
e portami in volo nei tuoi cieli.
Per sempre.

Rafael Alberti trad. di Sebastiano Grasso

In sottofondo: “Dalla pace del mare lontano” – Sergio Cammariere


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: