Pubblicato da: @riel | luglio 24, 2012

La tua mano stretta nella mia…

E noi? Non ci saranno elegie, né sonetti sulla separazione,
non ci dividerà lo schermo dei versi,
non si porrà fra noi una metafora riuscita,
l’unica separazione che ora ci minaccia è il sonno,
il profondo antro del sonno la cui soglia varchiamo separati,
– e devo sempre ricordare che la tua mano,
stretta nella mia, è fatta di sogni.

Adam Zagajewski

In sottofondo: ” In your hands” – Jason Mraz


Responses

  1. bella poesia ..che, a mio parere, abbia alla fine “colpo di scena “

    • A me e Max è piaciuta molto fin dall’inizio…forse perchè ci rispecchia molto, forse perchè comprendiamo perfettamente il significato di quelle parole, forse perchè crediamo in un qualcosa che esiste davvero…”il nostro sogno”…e non temiamo nessun distacco, l’incontro delle nostre mani è scritto nel tempo…nel nostro destino…e ci sarà nuovamente l’emozione di quel semplice, naturale e intimo congiungersi…
      ciao affezionata lettrice!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: