Pubblicato da: @riel | aprile 2, 2012

Mia vita, mio avaro amore amaro

Ti esploro, mia carne, mio oro, corpo mio, che ti spio, mia cruda carta nuda,

che ti segno, che ti sogno, con i miei seri, severi semi neri, con i miei teoremi,

i miei emblemi, che ti batto e ti sbatto, e ti ribatto, denso e duro, tra le tue fratte,

con il mio oscuro, puro latte, con le mie lente vacche, tritamente, che ti accendo,

se ti prendo, con i miei pampani di ruggine, mia fuliggine, che ti aspiro, ti respiro

con le tue nebbie e trebbie, che ti timbro con tutti i miei timpani, con le mie dita

che ti amano, che ti arano, con la mia matita che ti colora, ti perfora, che ti adora,

mia vita, mio avaro amore amaro:

io sono qui così, la zampa del mio uccello, di quello

che ti gode e ti vigila, sono la papilla giusta che ti degusta, la pupilla che ti vibra

e ti brilla, che ti tintinna e titilla; sono un irto, un erto, un ermo ramo, io che

ti pungo, mio fungo, io che ti bramo: sono pallida pelle che si spella, mia bella, io,

passero e pettirosso del tuo fosso: io la piuma, io l’osso, che ti scrivo: io, che ti vivo

Edoardo Sanguineti

In sottofondo: “Amour amer” – Charles Aznavour

…Amore amaro
Amanti a morte
Ai vostri inferni
Fuoco nel corpo
Amore amaro…


Responses

  1. Reblogged this on i cittadini prima di tutto.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: