Pubblicato da: @riel | aprile 1, 2012

Prima c’è la solitudine


Prima c’è la solitudine,

nelle viscere e nel centro dell’anima:

questa è l’essenza, il dato di base, l’unica certezza;

che soltanto ti accompagna il tuo respiro,

che sempre ballerai con la tua ombra,

che quella tenebra sei tu.

Il tuo cuore, quel frutto titubante, non deve amareggiarsi con il tuo fato solitario;

lascialo che aspetti senza sperare

ché l’amore è un regalo che un giorno arriva da solo.

Ma prima c’è la solitudine,

e tu sei solo,

tu sei solo con il tuo peccato originale – con te stesso –.

Forse una sera, alle nove,

compare l’amore e tutto scoppia e qualcosa s’illumina dentro di te,

e ne diventi un altro, meno amaro, più felice;

ma non dimenticarti, specialmente allora,

quando l’amore sarà arrivato e brucerai,

che prima e sempre c’è la tua solitudine

e dopo niente

e dopo, se deve arrivare, c’è l’amore.

Darìò Jaramillo Agudelo

In sottofondo: “L’amore verrà” – Nina Zilli


Responses

  1. Reblogged this on i cittadini prima di tutto.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: