Pubblicato da: max | gennaio 25, 2012

Ti sei stancata

…. Dimmi che mi ami.
Dimmi che sei nella pioggia che batte sui vetri nel buio.
Dimmi che sei qui amore mio. Ho paura stanotte.
Nevicano pensieri tristi nella mia testa.
Spazzali via e poi prendi la mia mano e tienila stretta alla tua. Lascia che dorma così mentre respiro l’odore del tuo corpo nudo….

Ti sei stancata di portare il mio peso

ti sei stancata delle mie mani
dei miei occhi della mia ombra

le mie parole erano incendi
le mie parole eran pozzi profondi

verrà un giorno un giorno improvvisamente
sentirai dentro di te
le orme dei miei passi
che si allontanano

e quel peso sarà il più grave.

Nazim Hikmet

In sottofondo: “I need you” – America

… ho bisogno di te come i fiori hanno bisogno d’acqua ….


Responses

  1. Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  2. Poesia stupenda. Canzone bellissima. Peccato che tutto questo io lo sto vivendo sulla mia pelle…

  3. Lei desiderava un sorriso. Una musica muta. Una riva di mare per bagnarsi. Il suo amore impossibile. I suoi piedi nudi e piagati. I suoi meschini capelli. Lei ignorava che il ricordo è un ferro piantato alla porta. Non sapeva nulla della perfezione del passato, del massacro delle notti solitarie. Non sapeva che il più grande desiderio è un niente che s’inventa stranissime cose.
    A. Merini


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: