Pubblicato da: @riel | dicembre 30, 2011

Gioco

Sapendo che ti amo,
e quanto sono difficili
le cose dell’amore,
preparo in silenzio
il tavolo da gioco, colloco i pezzi
sulla scacchiera, dispongo i posti
necessari perché tutto
cominci:
le sedie
una di fronte all’altra,
sebbene sappia
che le mani non possono toccarsi,
e che al di là delle difficoltà
esitazioni, arretramenti
o avanzamenti possibili, solo gli occhi
trasportano, forse,
un’ipotesi
d’intendimento.
E’ allora che arrivi,
e come se un vento del Nord
entrasse da una finestra aperta,
tutto il gioco vola per aria,
il freddo ti riempie gli occhi di lacrime,
e mi spingi dentro, dove
il fuoco consuma quel che resta
del nostro rompicapo.

Nuno Júdice

In sottofondo: “Wicked game” – Chris Isaak

Annunci

Responses

  1. Reblogged this on i cittadini prima di tutto.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: