Pubblicato da: max | dicembre 1, 2011

Poesia d’amore

Le grandi notti d’estate

che nulla muove oltre il chiaro

filtro dei baci, il tuo volto

un sogno nelle mie mani.

Lontana come i tuoi occhi

tu sei venuta dal mare

dal vento che pare l’anima.

E baci perdutamente

sino a che l’arida bocca

come la notte è dischiusa

portata via dal suo soffio.

Tu vivi allora, tu vivi

il sogno ch’esisti è vero.

Da quanto t’ho cercata.

Ti stringo per dirti che i sogni

son belli come il tuo volto,

lontani come i tuoi occhi.

E il bacio che cerco è l’anima.

Alfonso Gatto

In sottofondo: “Love is requited” – Elisa


Responses

  1. Wow, che intensità…

    🙂

    Un bacio,
    Paola

    • La poesia è il ritmo del sangue. Diceva la Merini che è un modo di parlare, una tra le tante manifestazioni della vita.
      Mi piace immergermi in questo loro (dei poeti) modo di parlare.
      E constato con favore che anche a te piace parlare in questo modo sul tuo blog.
      Ciao.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: