Pubblicato da: max | ottobre 21, 2011

L’ardore di quel bacio

L’ardore di quel bacio non li abbandonò per molti giorni e riempì di fantasmi delicati le loro notti, lasciando il ricordo sulla pelle, come una bruciatura.
La gioia di quell’incontro li rapiva, facendoli levitare per strada, li spingeva a ridere senza motivo apparente, li risvegliava concitati nel mezzo di un sonno.
Si toccavano le labbra con la punta delle dita ed evocavano esattamente la forma della bocca dell’altro.

Isabel Allende da D’Amore ed Ombra

In sottofondo: “Cinzia e Piero” – Antonello Venditti

Annunci

Responses

  1. Quanta poesia in questa prosa.
    Sublime…

    Complimenti anche per l’accostamento di questa tenera immagine in bianco e nero!

    Un bacio,

    Paola

    • ogni singolo post di questo blog esprime il mio vissuto…. immagini sensazioni emozioni passioni che ritrovo nelle parole di chi ha questo dono e lo condivide attraverso una penna ….
      ciao e grazie


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: