Pubblicato da: max | agosto 17, 2011

Tornami

Tornami dopo
al calare della quiete
nei frangiflutti stonati di tramonti
a cui rendere parole
al gusto di nebbie
a cui chiedere scusa
del non essere sgomento d’occhi
a cui pregare d’esser voce
affilata sulla pelle e liscia sulla lingua

Tornami sazio
avvinto dal tempo
e dal suo tiepido cuscino
con mani sporche di terra
e giardini ricamati sulle pupille
con graffi sui pollici
per le mie folate e le mie parole
esplose sulle scapole piegate
e per i miei silenzi
attesi come la resurrezione di una stella

Antonella Taravella da: “Vertigini scomposte” – Ed. Smasher – Messina – 2009

In sottofondo: “Set fire to the rain” – Adele


Responses

  1. Lei è in piedi sulle mie palpebre
    E i suoi capelli sono nei miei,
    Lei ha la forma delle mie mani,
    Lei ha il colore dei miei occhi,
    Lei è sprofondata dentro la mia ombra
    Come una pietra sopra il cielo.

    Lei ha sempre gli occhi aperti
    E non mi lascia dormire.
    I suoi sogni in piena luce
    Fanno evaporare i soli,
    Mi fanno ridere, piangere e ridere
    Parlare senza avere niente da dire.

    Paul Eluard


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: